Parco dell'Etna

Il Parco dell'Etna si estende tutt'attorno al nostro Vulcano, è un'area divisa in varie zone. Regno incontaminato e tumultuoso e meta imperdibile per ogni escursionista.

Nasce, come istituzione nel 1987, è diviso in 4 differenti aree, A B C D, a seconda dei differenti vincoli di protezione del territorio applicatii.

Al Parco appartengono differenti comuni quali Nicolosi, Pedara, Trecastagni, Zafferana, Milo e Fornazzo nella fascia Sud-Est, e Bronte, Maletto, Randazzo, Linguaglossa e Piedimonte nella fascia Nord-Ovest.

Questo per citarne solo alcuni. Nella Zona A , di oltre 19.000 ettari, non si trovano insediamenti umani. Nella Zona B, di circa 26.000 ettari si trovano piccoli insediamenti rurali, appezzamenti agricoli privati e piccole case costruite prima della messa in opera dei vincoli. Nelle Zone C e D, circa 14.000 ettari, è consentito l'insediamento turistico ed, eventualmente, edificare, sempre nel rispetto della natura.

Per raggiungere quote intorno ai 2000 metri si trovano, a sud-est, 3 vie d'accesso : la prima dal lato di Nicolosi, la seconda da Pedara, la terza da Zafferana. Il lato Nord è servito dalla Strada Mare-Neve che si imbocca sia da Fornazzo che da Linguaglossa.

Da segnalare anche una splendida e "curvilinea" strada, chiamata Strada del Vino che parte sia da Riposto che da i comuni pedemontani sopra Catania ed arriva a Linguaglossa costeggiando tutto il lato Est dell'Etna. In definitiva il Parco dell'Etna è un Mondo che aspetta solamente di essere esplorato!

Paolo Piana


Altro in questa categoria: